FARRO PERLATO

FARRO PERLATO

€2,00 In sconto Risparmia il

Acquistando questo prodotto ti fai del bene e fai bene, sostenendo la ricerca scientifica.

COME LO CUCINO?
Lava i chicchi di farro sotto l’acqua, scolali e lessali. Una volta cotto il farro si presta a tante ricette. Noi ti proponiamo una torta alle erbe semplicissima!
Una volta cotto, fai raffreddare il farro e tienilo da parte. In una ciotola sbatti delle uova con sale, peperoncino e parmigiano grattugiato. Aggiungi le erbe aromatiche che preferisci. Mescola bene e unisci tutto al farro cotto. Amalgama fino a ottenere un composto omogeneo e versa in un stampo a cerniera unto di olio. Spolvera la superficie con del parmigiano, un giro dʼolio e lascia cuocere in forno preriscaldato a 180° per 50 minuti. Una ricetta sana e gustosa. Il tocco della nonna Paola: durante la cottura aggiungi una foglia di alloro e la scorza di un limone non trattato in superficie.

VALORI NUTRIZIONALI PER 100g
Energia: 1544 Kj / 365 Kcal 
Grassi: 2,5 g / di cui acidi grassi saturi 0,0 g 
Carboidrati: 67,1 g / di cui zuccheri 2,7 g 
Fibre: 6,8 g 
Proteine: 15,1 g 
Sale: 0,05 g 

Il bollino compostabile è una soluzione innovativa che ci permetta di ridurre l’impatto ambientale perché potrà essere smaltita nella raccolta dell’organico. I prodotti compostabili possono essere trasformati in compost in seguito al processo di degradazione che, in questo caso, avviene in modo del tutto naturale.

RESIDUO ZERO
Residuo Zero è un metodo di coltivazione a lotta integrata a ridotto impatto ambientale con residui fitofarmaci di sintesi inferiori al limite di quantificazione analitico (0,01 ppm).

NOME SCIENTIFICO

Triticum dicoccum

STAGIONE

Tutto l'anno

RICCO DI...

Proteine, fibre

Amici della nostra salute

IL RE DELLA VERSATILITÀ

Farro varietà Triticum Dicocco che è la più usata e versatile in cucina! Con il processo di perlatura si elimina la parte esterna del chicco velocizzando la cottura e saltando la normale fase di ammollo (normalmente necessaria per i prodotti decorticati). Pur essendo perlato il farro mantiene un elevato contenuto di proteine, fibre ed altri nutrienti importanti. I biologi nutrizionisti di Fondazione Umberto Veronesi consigliano il farro perché è un cereale ricco di sali minerali, soprattutto potassio e proteine, con un buon contenuto dell’aminoacido metionina che scarseggia nel frumento. È amico del nostro intestino ed abbinato anche solo a verdure è un alimento saziante in quantità moderate.

la filiera